La fine del 4G?

La pubblicità delle telecomunicazioni sta puntando così tanto sull’offerta della tecnologia 5G che più di uno potrebbe pensare che siamo vicini a dire addio al 4G.

Ma non dimentichiamo che realtà e pubblicità, in molte occasioni, non sono nemmeno lontani parenti.

Se guardiamo ai dati scopriremo che la tecnologia che ha detto addio è… il 3G, e anche il 2G è ancora vivo. Quindi non affrettiamoci a porre fine alla sopravvivenza della tecnologia 4G perché il suo addio sembra ancora lontano.

Vediamo qui in cosa consiste questa tecnologia. I motivi per cui è stato fatto il salto al 5G non significano che dobbiamo dire addio al 4G.

Cos’è il 4G?

È una rete cellulare a banda larga.

È uno standard di comunicazione, il che significa che gli utenti possono utilizzare dispositivi mobili o cablati per accedere a Internet, scambiare dati o utilizzarli sulla propria rete domestica o aziendale.

Il 4G è uno dei metodi più popolari e importanti al mondo per abilitare la connettività wireless.

Consente numerosi metodi di comunicazione, tra cui l’accesso al Web mobile, l’uso del telefono cellulare, la condivisione dei dati e i servizi di streaming su richiesta.

Non è più il sistema più avanzato disponibile, ora è il 5G, ma ci vorranno anni prima che il 5G sia completamente implementato in tutto il mondo.

Pertanto, per il prossimo futuro, continuerà a essere un metodo popolare e ampiamente utilizzato per accedere a Internet ad alta velocità, garantendo che il mondo rimanga connesso digitalmente.

Il 4G è relativamente veloce e per molte persone questa rete è più che necessaria per le loro esigenze Internet. Offre capacità e velocità significative, pur mostrando una latenza ridotta.

Origine ed evoluzione del 4G

Lo sviluppo della tecnologia e di ciò che si qualificherebbe come rete 4G è iniziato negli anni 2000, con l’adozione formale degli standard nel 2008.

Il primo servizio è stato lanciato a Stoccolma e Oslo nel 2009, con l’espansione della rete subito dopo.

I telefoni aziendali sono diventati disponibili subito dopo.

Per la generazione wireless, è stato ampiamente previsto come standard per l’utilizzo di telefoni cellulari e Web mobile a metà degli anni 2010.

Il 5G ha iniziato a essere lanciato nel 2019, che sarebbe stato il passo successivo nell’evoluzione di questo tipo di tecnologia.

Cambio generazionale, 4G e 5G

Sebbene entrambe siano reti di connettività wireless, sono emerse differenze tra 4G e 5G. 4G è una rete più vecchia e che ha guadagnato una penetrazione quasi mondiale. Almeno per il prossimo futuro, continuerà ad essere la rete più popolare. Tuttavia, ciò non durerà più di qualche anno. Soprattutto in considerazione dell’ampio grado di supporto ottenuto dall’implementazione di una rete 5G.

Siamo nell’era dell’addio al 4G?

Il 5G è la nuova generazione di connettività wireless

In quanto tale, ha velocità molto più elevate rispetto al 4G. Il 5G opera anche su molte frequenze, più del 4G, con una frequenza per banda bassa, banda media e banda alta.

Il 5G ha anche notevolmente ridotto i problemi di latenza. Il 4G funziona con 50 millisecondi di latenza, mentre il 5G funziona con solo 1 millisecondo.
La maggior parte delle persone non noterà queste differenze.

Tuttavia, per le auto di produzione avanzata o a guida autonoma, questa differenza è enorme.

Il 5G ha, in media, una capacità maggiore rispetto al 4G, il che significa un numero maggiore di potenziali utenti e velocità operative più elevate.

Quando è previsto l’addio al 4G?

È probabile che il 3G esca prima del 2G (in molti stati è già successo).

Il 3G è stato a lungo un pilastro grazie alle sue capacità vocali. Una caratteristica con cui il 4G ha lottato fin dall’inizio.

Ma ora che è in grado di gestire la maggior parte del traffico vocale e il 2G è ancora un’opzione per supportare la maggior parte delle applicazioni Internet of Things (IoT). Il 3G non ha più molte ragioni per restare.

Pertanto, le applicazioni IoT critiche in esecuzione su 3G, come CCTV , dovranno cambiare connettività e rapidamente. Questo ci dice che la fine di una tecnologia non sempre segue un chiaro ordine cronologico.

E che la sua scomparsa richiede molto più tempo di quanto la pubblicità si ostina ad annunciare.

Come qualsiasi altra cosa, un giorno diventerà obsoleto. Tuttavia, quel giorno è abbastanza lontano nel futuro che le applicazioni IoT di oggi e per il prossimo futuro saranno implementate su reti 4G.

Per passare al 4G LTE, i gestori dovevano chiudere lo spettro 3G per “fare spazio” alle nuove reti. Il 5G è fondamentalmente diverso in due modi: in primo luogo, utilizza un nuovo spettro, come lo spettro della banda media o alta. E in secondo luogo, può funzionare in tandem con il 4G sullo spettro esistente.

Leave A Comment

you might also like